MENU

General assembly NEXUS-NESS

Il DICEA ospita l'evento dal 16 al 18 novembre 2022

General assembly NEXUS-NESS

Il progetto NEXUS-NESS, a cui l’Università di Firenze sta lavorando in collaborazione con Università per Stranieri di Perugia, la Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, il Politecnico di Milano e molti altri partner internazionali di rilievo, mira a sviluppare un processo di innovazione partecipata attraverso la creazione di 4 Living Labs (Egitto, Italia, Spagna, Tunisia) che affronteranno le sfide legate alla gestione integrata di acqua, energia, produzione di cibo e conservazione degli ecosistemi (i.e. WEFE Nexus) nel bacino del Mediterraneo.

Partner provenienti da altri atenei e organizzazioni che operano in Italia, Francia, Spagna, Egitto e Tunisia si riuniranno presso la Scuola di ingegneria di Santa Marta per discutere dell’andamento del progetto appunto, dal 16 al 18 novembre 2022.

 

Mercoledì 16 novembre, ad apertura dei lavori, è previsto un collegamento con il side event " Water-Energy-Food-Ecosystems Nexus approach: An adaptation Strategy to cope with climate change in the Mediterranean Area” organizzato da PRIMA nel Padiglione "Mediterranean" a Sharm-el-sheik.

 

Nell’ambito dello stesso Meeting il team della Professoressa Enrica Caporali ha organizzato un Side Event dal titolo “Gender dimension in the Water, Energy, Food and Ecosystem Nexus”, che mira a creare consapevolezza dei legami tra genere e uso e gestione delle risorse naturali. (scarica la locandina)

L’evento si svolgerà sempre in Aula Caminetto il giorno 17 novembre dalle ore 14.30 alle ore 16.30. Dopo i saluti istituzionali da parte della Magnifica Rettrice Alessandra Petrucci, interverranno Amina Benfadhl, della ONLUS COSPE e Michela Miletto, Coordinatrice e direttrice dell’UNESCO World Water Assessment Programme (WWAP).

Amina Benfadhl è la coordinatrice del progetto FAIRE (Percorsi femminili di sostegno alle iniziative socio economiche di valorizzazione del nord ovest della Tunisia) e presenterà i risultati del loro lavoro con le donne tunisine, partendo dal grande sforzo fatto per l’analisi del contesto socio-economico.

Michela Miletto si connetterà dall’UNESCO WWAP per parlare dell’importanza dell’integrazione delle dinamiche di genere nel settore delle risorse idriche. Il lavoro che il WWAP svolge su questo tema ha infatti un notevole rilievo nella scena internazionale e aiuterà i partner a sviluppare le prossime attività legate alla comprensione delle questioni di genere legate all’utilizzo e alla gestione delle risorse naturali.

 

Il 18 novembre sono state organizzate delle visite tecniche in Val di Cornia.

16 Novembre 2022

 

Cookie

I cookie di questo sito servono al suo corretto funzionamento e non raccolgono alcuna tua informazione personale. Se navighi su di esso accetti la loro presenza.  Maggiori informazioni