Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
DICEA Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale
Home page > Ricerca > unità di ricerca > Processi e tecnologie per il trattamento di matrici contaminate con tecniche biocatalitiche

Processi e tecnologie per il trattamento di matrici contaminate con tecniche biocatalitiche

Unità di ricerca interdipartimentale fra il Dipartimento di Chimica “Ugo Schiff” e il Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale (DICEA).
L’Unità di ricerca PROBIOCA costituisce una piattaforma tecnologica di ricerca a carattere altamente interdisciplinare basata sull’aggregazione di competenze scientifiche nei settori della caratterizzazione e trattamento  di matrici contaminate con la messa a punto di processi di trattamento basati su fenomeni di biocatalisi, con particolare attenzione alle frazioni recalcitranti ai convenzionali processi biologici.

Obiettivi scientifici ed operativi:

  • indagare sulla possibilità di utilizzare processi di biocatalisi che da soli o in abbinamento con altri processi, possano permettere la rimozione di composti recalcitranti da matrici liquide, solide e gassose;
  • favorire il trasferimento tecnologico e la valorizzazione dei risultati della ricerca;
  • contribuire a percorsi di alta formazione (tesi di laurea, dottorati, master, corsi avanzati, ecc.)

 

Responsabili scientifici:

per il DICEA, ing. Riccardo Gori

per il Dipartimento di Chimica “Ugo Schiff”, prof. Andrea Scozzafava

Denominazione scientifica (italiano): Processi e tecnologie per il trattamento di matrici contaminate con tecniche biocatalitiche

Denominazione scientifica (inglese): Biocatalysis-based processes for decontamination of liquid, solid and gaseous streams

Acronimo: PROBIOCA

Delibera istitutiva DICEA: n.200 del 2013
 
ultimo aggiornamento: 11-Lug-2017
Unifi Home Page

Inizio pagina