Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
DICEA Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale

Ricerca

Modellazione Fisica E Matematica Del Tratto Urinario Inferiore


Riferimenti:

Project Manager: Ing. Lorenzo Lotti

Posizione: Assegnista di Ricerca

Email: lorenzol@dicea.unifi.it

 

Obiettivi del progetto di ricerca:

Le indagini urodinamiche sono metodi altamente specializzati e sofisticati ai fini della definizione del carattere funzionale del tratto urinario inferiore; esse, oltre ad altre condizioni, sono attualmente utilizzate per determinare l'attività del muscolo detrusore, per valutare una disfunzione nello svuotamento, o per monitorare la progressione di una malattia o l’efficacia di una terapia. In caso di eventuale diagnosi di ostruzione vescicale le principali indagini includono l’uroflussometria e lo studio pressione/flusso. I classici nomogrammi di Griffith (1980) o Schäfer (1990), utilizzati per interpretare le misurazioni urodinamiche, sono essenzialmente derivati su base empirica. Purtroppo, vi sono poche misure non invasive sul comportamento meccanico del tratto urinario inferiore, e questo perché la struttura del sistema uretra-vescica e la sua relazione con gli organi adiacenti rendono il suo comportamento meccanico piuttosto complicato.

Il concetto di base scaturisce dal considerare l’apparato urinario assimilabile ad un sistema idraulico costituito da un serbatoio di alimentazione in pressione (vescica) e da un condotto elastico collassabile di uscita (uretra) il cui comportamento fisico è governato dalle leggi della meccanica dei fluidi. Partendo dalla conoscenza delle grandezze fisiche misurabili all’esterno del condotto uretrale è possibile risalire alla quantificazione della pressione esistente nel serbatoio di alimentazione (vescica).