Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
DICEA Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale

Offerta formativa

profilo


Profilo professionale del percorso formativo

Il master si propone di formare tecnici con solide competenze specialistiche in sicurezza, controllo e gestione di ponti e viadotti. Tali tecnici sapranno agire con elevata professionalità nella fase di controllo dello stato delle opere di valutazione della loro sicurezza. Al contempo essi saranno in grado di operare con consapevolezza in tutte le fasi decisionali di gestione delle opere d'arte viarie come la pianificazione delle attività di controllo e verifica e le scelte di strategie manutentive e di intervento. Infine, i tecnici così formati avranno acquisito competenze specifiche per concepire, progettare, dirigere e collaudare interventi su ponti e viadotti esistenti.

 

obiettivi


Finalità formative

Formazione di un tecnico con una visione ampia e multidisciplinare e un elevato livello di specializzazione nella sicurezza, controllo e gestione di ponti e viadotti.

Le attività formative del corso sono organizzate secondo la tabella sottostante:

   

 

Insegnamento 

SSco Disciplinare

CFU

Insegnamento 1 – I sistemi di controllo monitoraggio e gestione

 

10

Mod. 1-1: Sistemi di controllo, monitoraggio e valutazione delle opere d’arte viarie

ICAR/09

7

Mod. 1-2: Controllo monitoraggio e valutazione di Ponti e Viadotti nel panorama internazionale

ICAR/08

3

Insegnamento 2 – Gli effetti dell’ambiente

 

9

Mod. 2-1: Aspetti geotecnici nelle opere d’arte viarie

ICAR/07

3

Mod. 2-2: Aspetti Idraulici in ponti e viadotti

ICAR/01

3

Mod. 2-2: Vulnerabilità e Sicurezza sismica e problemi dinamici di Ponti e Viadotti

ICAR/08

3

Insegnamento 3 – Le opere

 

17

Mod. 3-1: Problemi tipici e interventi su opere e elementi in calcestruzzo armato

ICAR/09

6

Mod. 3-2: Problemi tipici e interventi su opere e elementi in acciaio

ICAR/09

4

Mod. 3-3: Problemi tipici e interventi su opere e elementi in muratura

ICAR/09

4

Mod. 3-4: Pavimentazioni e attrezzatura di Ponti e Viadotti

ICAR/04

3

Insegnamento 4 – La gestione

 

9

Mod. 4-1: Gestione e sicurezza di cantieri per controlli e interventi su ponti e viadotti

ICAR/11

3

Mod. 4-2: Il BIM nella gestione di ponti e viadotti

ICAR/17

3

Mod. 4-3: Aspetti economici e giuridici nella gestione di Ponti e Viadotti

IUS/10

3

 

 

45

Attività pratica-professionale

 

9

Prova finale

 

6

Totale

 

60

 

 

CALENDARIO LEZIONI

CALENDARIO LEZIONI

Febbraio

Marzo

Aprile

 

Sabato 29

Venerdì 6

Sabato 7

Venerdì 13

Sabato 14

Venerdì 20

Sabato 21

Venerdì 27

Sabato 28

Venerdì 3

Sabato 4

Venerdì 17

Sabato 18


 

Maggio

Giugno

Luglio

Venerdì 8

Sabato 9

Venerdì 15

Sabato 16

Venerdì 22

Sabato 23

Venerdì 29

Sabato 30


 

Venerdì 5

Sabato 6

Venerdì 12

Sabato 13

Venerdì 19

Sabato 20

Venerdì 26

Sabato 27

Venerdì 3

Sabato 4

Venerdì 10

Sabato 11

Venerdì 17

Sabato 18

Venerdì 24

Sabato 25

Settembre

Ottobre

 

Venerdì 4

Sabato 5

Venerdì 11

Sabato 12

Venerdì 18

Sabato 19

Venerdì 25

Sabato 26

Venerdì 2

Sabato 3

Venerdì 9

Sabato 10

Venerdì 16

Sabato 17

Venerdi 23

Sabato 24

Venerdì 30

Sabato 31

 

 

NB LE LEZIONI INIZIERANNO SABATO 29/02. LE LEZIONI DEL VENERDì SI TERRANNO PRESSO LA SCUOLA DI INGEGNERIA A S.MARTA MENTRE LE LEZIONI DEL SABATO SARANNO SEMPRE PRESSO IL POLO DIDATTICO MORGAGNI.
LE AULEE SARANNO COMUNICATE DIRETTAMENTE AGLI ISCRITTI.

ATTENZIONE: Il calendario è PROVVISORIO, sarà confermato prima dell'inizio dei corsi. Gli orari delle lezioni dei venerdì saranno: mattina 9:00/13:00 pomeriggio 14:00/18:00. Gli orari delle lezioni del sabato saranno: mattina 8:30/13:30 senza rientro pomeridiano.

 

MODALITA’ DI EROGAZIONE DELLA DIDATTICA FRONTALE

 

Tutta la didattica frontale, per complessive 360 ore, verrà erogata con la modalità “in presenza”.

Al fine di consentire il recupero di lezioni a cui non si è potuto presenziare, le registrazioni delle lezioni verranno rese anche disponibili sulla piattaforma “moodle” per poter essere seguite successivamente anche “a distanza”.

La modalità di erogazione “in presenza” deve essere comunque considerata come quella principale da preferire in quanto le registrazioni non possono garantire una qualità paragonabile alle lezioni “in presenza” e non consentono di interloquire direttamente con il docente.

E’ obbligatorio frequentare almeno il 70% della didattica frontale. Tale obbligo può essere assolto utilizzando la sola modalità “in presenza” ovvero entrambe le modalità  “in presenza” e “a distanza”.

E’ obbligatorio frequentare “in presenza” almeno un terzo della didattica frontale.

Ai fini dell’obbligo di frequenza una lezione dovrà essere seguita interamente “in presenza” o “a distanza”, senza possibilità di frazionare la lezione nelle due modalità.

Le lezioni seguite “a distanza” prevedono un test specifico per ogni lezione, anche esso erogato “a distanza” . Per poter essere considerate valide ai fini dell’obbligo di frequenza tale test deve essere superato entro trenta giorni dalla data in cui la lezione è stata erogata “in presenza”.

 

 
ultimo aggiornamento: 25-Feb-2020
Condividi su Facebook Twitter LinkedIn
Unifi Home Page

Inizio pagina